I vini Roagna

Opera Prima

Opera Prima è nato alla fine degli anni settanta per volontà di Alfredo Roagna. L’idea alla base del vino? Assemblare diverse annate di Nebbiolo da Barbaresco, in modo da ottenere un vino che sia summa e sintesi dei migliori millesimi.

Nel corso degli anni gli assemblaggi variano da un minimo di due a un massimo di quattro diverse vendemmie. I vini nascono da viti vecchie di Nebbiolo dei diversi vigneti. Opera Prima porta un numero romano che ne identifica l’edizione, a partire dalla Opera Prima III.

La raccolta avviene manualmente nel mese di ottobre, a perfetta maturazione fisiologica, in piccole cassette. Prima di essere vinificata l’uva segue 2 selezioni manuali per controllare la perfetta integrità dei frutti.

La fermentazione avviene esclusivamente in tini di legno grazie ad un pied de cuve di lieviti indigeni. Si protrae per una decina di giorni, poi viene applicata l’antica tecnica di macerazione della steccatura a cappello sommerso. Quest’ultima dura almeno 2 mesi e mezzo (70 – 90 giorni).

Il vino matura poi in botti di rovere neutro e al raggiungimento di una maturazione ottimale viene assemblato.

Scheda tecnica (Download pdf)